Category

Inchieste

Category

Secondo dati relativi al 2017, circa il 70% dei millennials (i ragazzi che sono nati dopo l’anno 2000) va su youtube per imparare qualcosa. I dati sono stati forniti da google, che, com’è noto, è proprietaria di Youtube: trovate i dati completi della ricerca a questo link

Cosa imparerebbero, dunque, i ragazzi quando navigano su youtube? Di tutto! Da come truccarsi a come imparare a suonare la chitarra, da come rammendare un vestito a come risparmiare su un acquisto. E ancora, come imparare le materie scolastiche servendosi solo di risorse su internet. E così via.

Chiaramente, molti tutorial sono sul gaming, dunque su qualcosa attinente gli hobby ed il tempo libero. Tuttavia, i dati forniti da google sono confortanti: i ragazzi non perdono tempo quando navigano, anzi imparano cose nuove.  Ogni giorno si registrano centinaia di milioni di visualizzazioni che hanno contenuto educativo e di apprendimento.

Il successo dei tutorial, come anche accennato nella ricerca di google, sta nel modo in cui essi sono realizzati: linguaggio informale e uso della prima persona e, soprattutto giovane età dello youtuber che realizza il video, visto dai suoi ascoltatori come “uno di loro”.

In generale, youtube ed instagram devono il loro successo alla prevalenza delle immagini e del parlato, che risulta vincente per i ragazzi giovani, cresciuti in una società di immagini: tra queste immagini e video, i ragazzi cercano di barcamenarsi, alla ricerca di contenuti interessanti.