Chi siamo

Cos’è Prima Pagina?

Prima Pagina non è solo il nome della testata giornalistica che state consultando, in questo momento.

Prima Pagina è un progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Politiche per la Gioventù, che mira a sensibilizzare i giovani sulle problematiche inerenti il mondo delle dipendenze (da droghe, alcool, gioco d’azzardo, internet, videogiochi, disturbi dell’alimentazione, doping ed altro). Ma non solo.

Il progetto vuole rendere i ragazzi non soltanto destinatari della campagna di sensibilizzazione, ma fautori dell’opera di divulgazione sociale e culturale sui disagi provocati dalle dipendenze. Per far questo, sono stati organizzati in tre regioni italiane (Lombardia, Toscana, Campania) laboratori che hanno per tema il mondo delle dipendenze: esperti educatori, in questi mesi, stanno formando alcune centinaia di ragazzi (dai 10 ai 18 anni) in un percorso che passa anche per l’ascolto di toccanti testimonianze, da parte di persone che hanno vissuto il dramma di una tossicodipendenza.

In tali laboratori si utilizzano in prima battuta dei blog, in seguito la vera e propria testata giornalistica “Prima Pagina” su cui i ragazzi, ormai adeguatamente “formati”, possono pubblicare concetti, nozioni, notizie, approfondimenti, inchieste, interviste, diventando essi stessi divulgatori di queste tematiche per i loro coetanei e per gli adulti che li leggeranno. E allo stesso tempo apprendendo i rudimenti del mestiere difficile, ma fondamentale, del giornalista.

Come potete vedere consultando la home page di questo sito, vi sono articoli e contributi di ragazzi delle scuole medie (dunque dai 10 ai 14 anni) delle tre regioni considerate, e articoli di ragazzi più grandi (aventi dai 15 ai 18 anni) che si riuniscono in cosiddetti “gruppi informali” (associazioni, oratori, piazzette, cortili) nelle tre regioni considerate, sempre guidati dagli educatori.

Si ritiene che per entrambe le categorie (scuole medie e ragazzi più grandi), i laboratori rappresentino un’occasione di sensibilizzazione; per le scuole medie, prevale la dimensione della prevenzione e della pubblicazione di post sui blog e di articoli semplici; per i più grandi, prevale la dimensione della conoscenza (di un fenomeno che già afferisce alla vita quotidiana di, purtroppo, tanti loro coetanei) e della pubblicazione di contenuti editoriali di buon livello, su questo sito.

Accanto a tali contenuti, che rappresentano le fondamenta di questo progetto educativo, il direttore di Primapagina.org, Michele Piastrella, la caporedattrice Adele Pontegobbi e altri collaboratori pubblicheranno numerosi articoli, inchieste, approfondimenti, interviste, recensioni: questo giornale ambisce ad essere oggi e negli anni a venire un importante punto di riferimento sul tema delle dipendenze giovanili, e più in generale sul tema del disagio giovanile; un faro che possa illuminare quanti sono nel tunnel e quanti scorgono nei loro cari atteggiamenti preoccupanti, spie di problemi più gravi quali le dipendenze. Prima ancora, Prima Pagina mira ad essere un importante strumento di formazione e prevenzione continua rivolto ai giovani e tutti coloro che sono accanto a loro, cercando di entrare nell’universo giovanile attraverso la voce dei giovani stessi.

La cooperativa Eda Servizi

logo eda serviziEDA è una cooperativa nata nel 2001. Lavoriamo da vent’anni in ambito culturale, valorizzando il patrimonio pubblico e privato, in particolare all’interno di biblioteche e archivi, promuovendo la conoscenza e il valore della memoria in tutte le sue forme, anche mediante i nuovi strumenti tecnologici e i più recenti linguaggi digitali e transmediali.

Offerta culturale e promozione del bene comune

Riteniamo che oggi più che mai animare spazi e opportunità di offerta culturale significhi lavorare per la promozione delle persone e del bene comune.
Siamo convinti che l’esperienza culturale rappresenti una vera e propria leva per il cambiamento degli orientamenti e della qualità della vita delle comunità, oggi sempre più complesse.

Abitiamo biblioteche, archivi, centri di documentazione e promuoviamo la lettura

Da oltre vent’anni abitiamo biblioteche, archivi, centri di documentazione, promuoviamo la lettura in tutte le sue forme e con persone di ogni età. Siamo testimoni del profondo cambiamento che negli ultimi anni stanno attraversando le biblioteche e più in generale i “luoghi della cultura” ormai divenuti luoghi di incontro, socialità e spazi di ricerca di nuovi significati.

Per questo cerchiamo di animare questi spazi con uno spirito di continua ricerca, senza soluzioni preconfezionate, ma con un atteggiamento sempre dinamico e aperto al dialogo e alla collaborazione con tutti gli attori in gioco, con i quali prima di tutto ci piace instaurare relazioni di senso.

Cooperazione e spirito d’impresa

Siamo una cooperativa e crediamo fortemente nello spirito fondante della nostra “impresa”.
I soci sono professionisti presenti nei servizi, ma anche attivi nella vita della cooperativa spesso impegnati in prima persona nella progettazione e nello sviluppo di nuove idee.

EDA lavora insieme: siamo fortemente orientati al lavoro di gruppo, perché questo ci permette di valorizzare al meglio le potenzialità di tutti e di orientarle ad un risultato comune, in cui i soci lavorano in maniera sistematica per aree tematiche e per funzioni.

La vita sociale della cooperativa è valorizzata al massimo e curata con attenzione dal Consiglio di Amministrazione che promuove la partecipazione dei soci attraverso incontri di scambio e riflessione professionale (Aperitivi delle Idee) e assemblee per la definizione ed approvazione delle principali linee strategiche dell’impresa.