Esperti

Informazioni e notizie false sui social: i libri per parlane con i ragazzi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Informazioni e notizie false sui social: i libri per parlane con i ragazzi

Dal 2016 il problema della diffusione di informazioni e notizie false sui social media è emerso con forza, con conseguenze spesso dannose per la convivenza democratica.
Tra le “Raccomandazioni relative alle competenze chiave per l’apprendimento permanente” (vere e proprie “Life skills”) del Consiglio Europeo del maggio 2018, si pone l’accento sull’importanza che il cittadino del presente e del futuro debba: “…assumere un approccio critico nei confronti della validità, dell’affidabilità e dell’impatto delle informazioni e dei dati resi disponibili con strumenti digitali…”. 
Compito della scuola dovrebbe essere anche quello di contribuire attraverso differenti stimoli a costruire nei ragazzi un atteggiamento riflessivo e critico, improntato alla curiosità, che non li trovi inermi e passivi di fronte ai numerosi contenuti inadeguati in cui possono imbattersi on line.

Riconoscere le fake news in classe. Percorsi per una comunicazione consapevole in rete

Se siete insegnanti che lavorano con ragazzi che frequentano la Secondaria di II grado, vi consigliamo un vero e proprio manuale con il quale analizzare casi recenti di bufale attraverso attività da svolgere in classe:  il libro “Riconoscere le fake news in classe. Percorsi per una comunicazione consapevole in rete” di Maria Cecilia Averame, pubblicato nel 2018 da Pearson  nella collana “Insegnare nel XXI secolo”. Come è d’obbligo in un testo che vuole inquadrare anche dal punto di vita teorico il tema delle fake news nel panoramo mediatico contemporaneo, l’autrice spazia tra storia, filosofia, psicologia e strategie di marketing, didattica e informatica.  Un ruolo importante è riconosciuto a quelle fallacie logiche con le quali veniamo sedotti dalle pubblicità o dai discorsi dei leader politici: imparare a conoscerle è già una prima difesa dalla manipolazione.

Cacciatori di bufale

Cacciatori di bufale, uscito nel 2017 per Edizioni Sonda, opera di Degl’Innocenti Fulvia, giornalista e scrittrice  e di Segré Chiara biologa e divulgatrice scientifica,  mira a risvegliare la curiosità e a fornire utili notizie e indicazioni sul tema delle fake,  ed è particolarmente adatto ai ragazzi che frequentano la Secondaria di I grado.  Vengono smontate delle note leggende metropolitane, o analizzati bufale storiche come lo scherzo degli studenti di Livorno, centrato sulle teste del noto scultore  Modigliani. Non manca lo spazio per la confutazione delle contemporanee teorie del complotto, come la negazione dell’allunaggio. La seconda parte del libro è dedicata agli antidoti per le falsificazioni e le baggianate: l’importanza delle fonti, il metodo scientifico, la raccolta e verifica delle prove. Meno trattate le fake news on line.

Write A Comment