Progetto

Le notti insonni dei vampiri dei social

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr
image_pdf

Il “Vamping” è un fenomeno che sta interessando i ragazzi giovani, ultimamente anche quelli di età compresa tra gli 11 ed i 13 anni. Si tratta di stare svegli, durante le ore della notte, incollati ai dispositivi (cellulare, tablet e computer) al fine di socializzare. Questa tendenza, è nata in America, ma sta prendendo piede anche in Italia.

I coetanei ed amici sembrano entrare in un circolo vizioso tra loro, per cui si sentono obbligati a rispondere a messaggi, a visualizzare, a stare insomma sempre presenti nel mondo web a qualsiasi ora della notte, spesso anche fino alle prime luci dell’alba. Lo chiamano “Vamping” perché, come i vampiri che girano di notte, gli adolescenti aspettano che calino le tenebre per farsi sentire sui social e dimostrare di esserci.

I dati

I dati emersi dalla ricerca del Telefono Azzurro e Doxa Kids del 2016 evidenziano che il 21% dei giovani si sveglia durante la notte per controllare messaggi arrivati sul proprio smartphone.
Il vamping, come altri fenomeni legati alla tecnologia, produce effetti indesiderati come basso rendimento scolastico, debolezza e stanchezza legata all’insonnia, irritabilità e ansia.

Le notti insonni dei vampiri dei social

“I giovani fino ai 30 anni, a causa del Vamping, sono spesso vittime della sindrome del sonno insufficiente, disturbo provocato dalla volontaria riduzione delle ore di riposo” – spiega Fabio Cirignotta, direttore del Centro di Medicina del Sonno del Policlinico Sant’Orsola di Bologna – “ciò che manca è una corretta igiene del sonno: per colpa di cattive abitudini adottate durante la giornata, addormentarsi diventa un’impresa. Bisogna scegliere attività rilassanti e sgombrare la testa dalle preoccupazioni, perché tutto ciò che mantiene attivo il cervello allontana il riposo. Via i dispositivi dalle stanze e no a studio, lavoro ed attività fisica la sera”.

Aurora – Scuola Secondaria di Primo Grado Dalmazia – Milano

Fonti: La Stampa, Corriere della Sera Salute

Foto: Photo by Elti Meshau from Pexels

Write A Comment