Esperti

Mia e il Leone Bianco

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr
image_pdf

Mia e il Leone Bianco

• DATA USCITA: 17 gennaio 2019
• GENERE: Drammatico, Family
• ANNO: 2018
• REGIA: Gilles de Maistre

“Mia e il Leone Bianco” è un film di genere drammatico. La famiglia di Mia si è da poco ritrasferita in Sud Africa: l’idea di papà John è quella di dedicarsi all’allevamento dei leoni a scopo turistico. Inizialmente traumatizzata dall’aver lasciato l’amata Londra, Mia si affeziona presto a Charlie, un leone bianco per il quale prova affetto anche suo fratello Mick. Un triste destino attenderebbe Charlie, che crescendo insieme a Mick e Mia, diventa sempre meno probabile come animale domestico, però non è detto che Mia si rassegni tanto facilmente a lasciarlo andare…

Se il pregio migliore del film fossero soltanto gli incantevoli paesaggi del Sud Africa, avrebbe poco da offrire. Mi è piaciuto molto come il regista De Maistre ha scommesso tutto su una carta imprevedibile: l’uso di un leone reale nelle scene che prevedono la sua interazione con gli attori senza l’utilizzo di alcun effetto digitale. Charlie nella realtà è Thor ed è cresciuto davvero insieme all’ attrice che interpreta Mia, sotto lo sguardo attento dello zoologo Kevin Richardson.
Uno degli scopi principali di Richardson è proteggere alcune specie da un metodo di caccia spregiudicato ben descritto nel film. Da questo elemento sgorga una tensione tra padre e figlia che colpisce chi guarda il film.
Secondo me il regista con questo film vuole far ragionare quante più persone possibili sulla mancanza di tutela che alcune specie animali hanno.
In questo caso, per guadagnare soldi, i protagonisti del film avrebbero privato l’intera umanità di una specie bellissima, oltre che molto rara.

Write A Comment